L’e-commerce è il futuro. Il commercio elettronico ha potenzialità che devono ancora essere sfruttate appieno e quindi tutti a farsi un bel sito di commercio elettronico. Ma, c’è sempre un ma in ogni storia che si rispetti. Il signor Viasetti è di avviso opposto. Tutto ciò che si dice dell’e-commerce è valido solo per le grosse aziende, quindi quei numeri ottimistici che tutti pubblicano sul commercio elettrinico è valido solo per E-bay, Zalando, Amazon ecc. E gli altri? Se io avessi un negozio di mobili, per esempio, e non so più come sbarcare il lunario, perchè non vendo un mobile o un accessorio dall’inizio del 2016, e leggendo qua e là mi convinco sempre più che il futuro è il web. Come posso fare? E’ giusto pensare che forse il futuro del mio negozio è aprire un presenza online su internet e creare un sito di e-commerce? Lo fanno tutti perchè non debbo farlo pure io? Questo ragionamento è sbagliato e giusto nello stesso tempo e il signor Viasetti, persona reale, ha ragione e torto nello stesso tempo e lui lo sa benissimo perchè applica la medesima politica, e lo dice nei suoi numerosi scritti.

Fare un sito di commercio elettronico o di prenotazioni online è inutile perchè non siete né Zalando né Tripadvisor, non avete migliaia e migliaia di euro da investire in pubblicità e chi dice il contrario sa di mentire. Ma non è detto che non si possa realizzare un sito di e-commerce o di prenotazioni online di nicchia.

Mentre si crea un sito il lavoro è articolato perchè la realizzazione del sito è solo il primo passo nella discesa verso gli inferi: è fondamentale creare dei testi appetibili per i potenziali visitatori e per i motori di ricerca. La grafica, il layout, è solo un accessorio, nemmeno molto fondamentale, ai visitatori non interessa se si apre o meno la musichetta, non interessa o meno se c’è un immagine animata, ai visitatori interessa trovare ciò che in quel momento stanno cercando. Quindi se il mobilificio in questione tratta di accessori introvabili il sito da realizzare potrebbe non essere prettamente di commercio elettronico ma trattare un argomento di nicchia e magari solo quel mobilificio tratta. Ed ecco perchè un sito di e-commerce da noi realizzato funziona e non ha certamente un nome blasonato, né spende migliaia di euro in promozione televisiva. Certo il gestore spende molto tempo nella promozione del suo sito, partecipa a fiere, eventi, promuovendo la sua attività editoriale. Ovviamente è un argomento di nicchia, tratta di libri sui cavalli, di allevamento e di studio di etologia, ma funziona appartenendo a quei pochi siti di e-commerce, di nicchia, che funzionano.

Francesco Cappello

Leave a reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi